ERASERHEAD

Pubblicato: 29 maggio 2010 in Senza categoria

Intimamente colonizzato di pensieri nel sesso,
minute le nere mostruosità parassite, seme nero.
Nel dolore e nella paura la spaventosa coscienza
nuova di vita ormai vecchia.
Estirpare il cancro dallo scroto con coraggiosa volontà
incorruttibile, proprietario dell’universo del sogno.
Gocce di bruciante varecchina sulle ferite infette, i mostruosi
preconcetti fuggono dalle gonadi, lasciando buchi sanguinanti
dove la medicina entra escono lacrime di vero dolore fisico.
Il primo, ubriaco di medicinale si stacca come la zecca dal cane,
aborto d’idea, rinunciatario dal suo primo istante di vita autonoma.
Poi il secondo, aggressivo dall’esperienza di più lunga gestazione testicolare,
oppone inutile resistenza alla monda, con aculei forti strappa
le carni che abbandona, vuole vivere, l’unica ossessione,
parassita vuole vivere nel sesso.
È orribile e bellissimo, come creature aliene,
l’inossidabile pensiero.
Nelle tenere carni del giovane masturbatore, fomentatore di deviazione
morale quasi cattolica.
Ora là, sul pavimento a domandare perdono allo zoccolo accusatore.
In galvanica metamorfosi sfugge il castigo con rapidissimo volo d’attacco,
ora vicino al corpo e tra i vestiti, ora tra i lunghi capelli e la folta barba.
Saettante come un’idea brillante penetra dall’orecchio,
raggiungendo la casa dei suoi padri,
la mente che cancella.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...