PUNTI DI VISTA – SPAZIOTEMPO (OR)

Pubblicato: 7 giugno 2010 in Senza categoria

Tutto il bello che ferisce il cuore, il sangue

rappreso del sentimento come miele nero e amaro,

troppa bellezza, non riesco a godere, per compensare
sono la parte più brutta di me.

Non riesco a godere, qui si muore suicidi nel profumo di

finocchietto selvatico e lentischio.

Il mare, splendido mare azzurro, mi uccide dentro.

Il cielo terso che ricorda il velo della madonna,
mi allontana dalla felicità.

Come può la bellezza uccidere?

Perchè vado a morire, e niente mi potrà redimere.

Non l’entusiasmo alcolico della festa paesana,

non urlare senza voce il mio dolore di recluso.

Il mio lamento debole come il timido latrato del cucciolo,

è solo un lamento nel lamento, ebbro

di tutto il fastidio che provoca nel prossimo
così lontano, parole incomprensibili

escono come vomito di morto, nessuno

ascolta il vomito di un morto.

Inutili lacrime, disgustoso, nel ribrezzo che raduna i

mattoni di questo paradisiaco latifondo, puzzolente di iodio

e finta democrazia.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...