SOPRASOTTO

Pubblicato: 13 giugno 2010 in Senza categoria

(Antefatto o abbandono della visione autoritaria del versante maschile nel sesso e preparazione atletica del regista)

Dopo un’amabile conversazione con il più erudito degli scemi del villaggio, sfogo la mia imperiosa potenza sessuale con la femmina abbronzata e già madre e donna oggetto, come nel più vorace costume cannibale prendo tutto, senza dare niente, solo lascivia meccanica e saliva.

SX

Nel sogno a sinistra, la vittima dello scippo, raggiro, rapina, perde tutto.

Spogliata del suo primario obbiettivo, abbandona la metrica, la logica del perdono (o tacito assenso), arma in pugno da terrore al terrore che non comprende il suo amore e spara generando figli violenti, a loro volta con la beretta in mano, da principio anarchici ma subito affiliati alle due grandi fazioni premono il grilletto sterminandosi l’un l’altro, estremizzare la più inflessibile tradizione cannibale, l’olocausto culturale, meglio morire che dialogare.

La scena mi pare buona, anche colei che sogna è soddisfatta, la catasta di cadaveri ancora caldi nel profumo di zolfo bruciato.

DX

Raggiungo la destra già sveglia (vorrei dirle che voglio fare l’amore con lei, ma..),

–     il mio … il suo sogno (di sinistra) è un capolavoro western, con lunghi campi (in teoria) interrotti dalla schematica architettura o ingegneria metropolitana, ormai rassegnata all’antiquariato futurista, che causa l’esplosione del violento disagio pre-rivoluzionario…

Operativa, destra m’interrompe, del suo sogno c’è già una versione cinematografica, un cartoon, confezionato mentre noi affamati di romanticismo ottocentesco …

Un famelico coccodrillo marino in estro vuole mangiarmi, o meglio vuole mangiarci, (anche la sinistra è sulla barca) .. come nella più esplicita metafora cannibale, sesso famelico, rosso con tre aculei eretti sulla grande testa ed enormi denti, più grande della barca, potrebbe divorarla in un sol morso.

Forse è per questo che la sinistra si lascia cadere terrorizzata nelle acque, fa dono di se placando il mostro, dimentica della reazione aggressiva avuta in seguito all’aggressione subita nel suo film, o sogno..

Una miriade di gocce di sangue sul pelo dell’acqua, slegate tra loro come coriandoli rossi, piccole gocce di cera aspirate ora dall’instancabile destra con l’aspirapolvere volante e subito rispedite nell’aria a creare un tramonto passionale.

–     Ottimo, quasi avvilente, la sua razionale preparazione tecnica.

mentre visioniamo l’opera insieme, le mie mani sul suo corpo, sensualmente la accarezzo, le dita sulla pelle.

Con le dita sulla pelle cerco di te, coinvolto dal sentirti

estatica nel brivido febbrile accendo la tua verità.

Dal mio corpo un’onda si infrange sul tuo avviluppandoti nell’ebbra schiuma,

e ti do la sola gioia che hai nascosta,  raccogliendone una parte in me.

Sento fluire questa luce dentro come vino francese,

il controllo mi sfugge inebriato di profumi e temperature…

Poco prima di raggiungere il grandioso (spaventoso?) orgasmo essenziale, dissolvenza.

La scena rimane intatta senza regista ne azione.

SOPRASOTTO

Trovo la pace in un letto matrimoniale sul pelo dell’acqua al polo nord, silenzio, toni di bianco ed azzurro, due sorelle rotondette dai lineamenti inuit mi sorridono comunicandomi rilassatezza mentale.

Scena surreale di piccoli gruppi di case arroccate su scogli gelati ermeticamente sigillate costantemente sommerse dal moto ondoso intervallata dalle sequenze di tre falliti tentativi di suicidio scenico, mancata fuga dalla galera televisiva.

Mi domando come sopravvivere al surrealismo, mi rispondo come sopravvivere alla realtà.

Punti di vista.

FINALE

Deserto, o nulla totale. Perdersi nel cercarsi male, le donne vanno in direzione opposta al regista, lamento incompreso, e mal’indirizzato.

–     Vi prego ascoltatemi, non andate via…

–     Ti prego ascoltaci, non andare via…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...